In Cina consegne a domicilio e app sono fondamentali

Starbucks in Cina e' sinonimo di caffe'. Con quasi il 60% di quota del mercato sta dominando da decenni in lungo e in largo nel Paese con oltre tremila punti vendita. Almeno finora.

Una start-up nata a Pechino l'anno scorso e' infatti riuscita in poco tempo a porsi sul mercato come seria antagonista, racimolando importanti investimenti. Immagine e marketing molto curato stanno facendo la loro parte per questa nuova catena dai colori bianco e blu. Ma non sono solo i colori che stanno facendo impensierire i piani della multinazionale americana. Luckin Coffee, questo e' il nome del brand, a differenza di Starbucks non punta solo alla creazione di caffetterie nel senso tradizionale.

In linea con la tendenza degli ultimi anni ha impostato il suo modello sulla interattivita' di connessione, cioe' una app fatta su misura e sul delivery. Il caffe' viene consegnato ovunque ci si trovi, sia in ufficio, in casa, o anche per strada.

Circa la meta' degli outlet aperti da Luckin Coffee sono dei "kitchen" come vengono chiamati, dove il caffe' viene preparato solo per essere consegnato. 

Fino a maggio erano stati aperti circa 500 outlet, alla data del 1 agosto sono arrivati ad essere 800 e l'obiettivo e' di raggiungere quota 2000 per fine anno.

Starbucks in Cina ha circa 3000 negozi/caffetterie e punta ad raddoppiare di numero alla data del 2022. Ma nell'ultimo anno la contrazione del mercato del 2% nelle vendite ha rappresentato il primo segnale di allarme che qualcosa e' da cambiare.

Ecco quindi annunciata qualche giorno fa la partnership con Ele.me, il gigante del food delivery acquistata qualche anno fa da Alibaba per quasi un miliardo di dollari.

Ele.me gestira' il processo di ordinazione e consegna dei caffe' inizialmente a Pechino, Shanghai ed Hangzhou.

Difficile dire cosa succedera', non sara' certo l'arrivo di Luckin Coffee a far crollare il colosso americano. E' un segno pero' dei repentini cambiamenti della scena commerciale in Cina. 

Ora e' impensabile avviare una nuova attivita' senza tenere conto di tre cose:

  • Marketing adeguato e pervasivo
  • Integrazione dei canali social piu' usati
  • App linkata ai social
  • Pagamenti via Wechat o Alipay
  • Delivery, in ogni momento, in ogni luogo

Vuoi saperne di piu' su come essere presente nell'internet cinese e vendere in ecommerce?

Contattaci, ti daremo una prima valutazione del progetto

Nessun commento ancora

Lascia un commento

E' necessario essere Accesso effettuato per pubblicare un commento